L’Autorità italiana per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) ha approvato all’unanimità, il 10 gennaio 2024, le linee guida volte a garantire il rispetto delle disposizioni del Testo unico sui servizi di media audiovisivi (TUSMA) da parte degli influencer. I nuovi orientamenti sono stati pubblicati, il 17 gennaio 2024, sul sito web dell’autorità indipendente.

A seguito di una riflessione avviata nel luglio 2023 che ha aperto una consultazione pubblica che si è conclusa nel settembre 2023, l’AGCOM ha deciso di inquadrare meglio l’attività commerciale e pubblicitaria degli influencer al fine di promuovere la trasparenza e l’affidabilità delle informazioni destinate al pubblico, di rafforzare la responsabilità degli autori di contenuti online, garantire l’applicazione delle norme in materia di tutela dei minori, dei diritti fondamentali della persona e dei valori dello sport.

Occorre, tuttavia, precisare che la delibera AGCOM n°7/24/CONS interviene alcuni giorni dopo la decisione dell’Autorità della concorrenza e del mercato (antitrust) che ha sanzionato le due società dell’influencer Chiara Ferragni, Fenice e The Blond Salad Crew, al pagamento di una multa di poco più di un milione di euro e la società Balocco a una multa di 420 mila euro.

Le tre società sono infatti accusate di aver messo in atto pratiche commerciali sleali che sono oggetto di un’inchiesta giudiziaria per frode.

L’adozione delle linee guida da parte dell’AGCOM costituisce, senza dubbio, un primo passo verso un migliore inquadramento dell’attività degli influencer. Ulteriori dettagli su questo aspetto saranno svelati a breve. L’autorità si è riservata il diritto di stabilire, in collaborazione con le associazioni degli influencer, gli agenti degli influencer e le piattaforme di social media, uno o più codici etici che dovranno definire i principi e le raccomandazioni supplementari che gli influencer dovranno rispettare nell’esercizio della loro attività professionale.

Perimetro d’applicazione della delibera AGCOM n°7/24/CONS

Alcuni influencer saranno d’ora in poi soggetti alle stesse regole dei media audiovisivi. Le nuove linee guida dell’AGCOM si rivolgono agli influencer che esercitano un’attività professionale in Italia e che soddisfano le condizioni di cui all’art. 5 della delibera n°7/24/CONS. L’AGCOM ha precisato che gli influencer interessati devono:

  • Detenere almeno un milione di follower su uno dei principali social network su cui operano
  • Presentare un tasso di coinvolgimento medio, pari o superiore al 2% su almeno uno dei principali social network
  • Aver creato e pubblicato, nell’anno precedente la raccolta dei dati, almeno 24 contenuti aventi le caratteristiche definite dalle suddette linee guida.

Gli influencer identificati devono in particolare impegnarsi a rispettare le disposizioni previste dal TUSMA. La delibera dell’AGCOM precisa che qualsiasi pubblicazione o contenuto diffuso dagli influencer:

  • Non deve contenere alcun incitamento o provocazione a commettere reati
  • Deve garantire il rispetto della dignità umana, la protezione dei diritti fondamentali della persona e il rispetto delle minoranze e dell’immagine delle donne.
  • Non deve contenere elementi che possano determinare la deresponsabilizzazione dell’autore o la corresponsabilità della persona che è vittima di violenza, odio, discriminazione o violazione della dignità umana
  • Deve garantire la protezione e la sicurezza dei minori facendo attenzione a non pubblicare contenuti gravemente pregiudizievoli allo sviluppo fisico, psichico o morale dei minori.

Al fine di garantire la protezione degli utenti e la trasparenza delle informazioni, le linee guida dell’AGCOM precisano che gli influencer devono evitare l’uso di tecniche subliminali per catturare l’attenzione dei loro follower. Devono impegnarsi a rispettare le disposizioni in materia di comunicazioni commerciali, televendite, sponsorizzazioni e inserimento di prodotti. Devono inoltre garantire l’affidabilità e l’obiettività delle informazioni pubblicate, menzionare le loro fonti di informazione e rispettare le disposizioni relative al diritto della proprietà intellettuale.

Sanzioni

Altra novità, le linea guida dell’AGCOM inaspriscono le sanzioni nei confronti degli influencer.

Pertanto, la violazione delle disposizioni relative alla trasparenza delle comunicazioni pubblicitarie è passibile di un’ammenda amministrativa da 10 mila a 250 mila euro. Mentre la violazione delle disposizioni in materia di tutela dei minori è passibile di un’ammenda amministrativa da 30 mila euro a 600 mila euro.

gp@giovannellapolidoro.com